Lo scorso lunedì (tre settembre) si sono conseguiti dei fatti che dimostrano la verità dell’affermazione nel titolo.

I fatti. Una persona stava trascorrendo a Piancavallo un periodo di riposo. Stava tranquillamente operando al computer quando si accascia. Il familiare allarmato chiama il figlio chiedendo aiuto. Il figlio era a Pordenone, chiama il NUE-Numero Unico di Emergenza che fa partire un’ambulanza dall’Ospedale di Pordenone perché il periodo in cui il servizio di Guardia Turistica è presente nella stazione turistica è terminato.

Il figlio chiama un conoscente che fa parte della nostra Associazione chiedendo se qualcuno di noi fosse -per combinazione- a Piancavallo. Renato P. contatta Cristian R. che fortunatamente era in zona  e che riesce a raggiungere la persona.

Cristian R. ci racconta che la persona era seduta ad un tavolo, che non era presente a sé stessa. Di aver aiutato la persona a sdraiarsi sul divano, in attesa che arrivasse il figlio e l’ambulanza, di esserle rimasto vicino chiamandola e tenendo sotto controllo i parametri vitali. Il battito cardiaco, fortunatamente, dopo una decina di minuti si è regolarizzato. Cristian ha continuato ad osservare la persona fino all’arrivo dei soccorsi.

Alcune considerazioni. Complimenti a Cristian che è stato disponibile e pronto ad aiutare la persona. Una valutazione positiva al nostro contributo alla “catena” del soccorso. L’opportunità di avere personale formato, preparato e pronto ad intervenire (ricorderete che anche quest’inverno dei nostri soccorritori sono intervenuti in occasione di un arresto cardiaco in pista) seppur negli ambiti delle proprie competenze.

E adesso? La persona sta bene, fortunatamente si è trattato di un evento non grave che aveva creato preoccupazione perché era stato riferito al telefono che la persona “ha problemi col cuore”. Cristian e tutti noi nel corso dell’autunno seguiremo nuovi corsi di preparazione ed aggiornamento per essere ancora più preparati e confidenti nelle nostre capacità di portare aiuto in caso di necessità.

Ci vediamo in pista! Ma solo per un saluto o per darvi informazioni sulla stazione che state visitando se ne avrete bisogno.