Grande successo al 1° Memorial Andrea Rossato di sci. La gara di slalom gigante ha visto la partecipazione di 680 atleti e una presenza di 2000 persone. Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato, oltre al campione di sci Kristian Ghedina, anche il presidente dello sci club Nottoli Lorella Mazzer, Roberto Bortoluzzi, presidente regionale Fisi ed il nostro caro amico Antonio Menegon, presidente regionale Fisps sezione Giubbe Rosse.

Apripista d’eccezione dell’evento  è stato il campione italiano di Super-G nel 2008 e di Supercombinata nel 2010 Aronne Pieruz. La presenza di un così elevato numero di persone e atleti, soprattutto giovani e giovanissimi, sono una testimonianza dell’attenzione alla sicurezza sportiva, obbiettivo principale della Fondazione Andrea Rossato. Erano presenti tutti i giovani amici di Andrea, che fino all’anno scorso gareggiavano con lui con spirito agonistico, ma sempre rispettoso dei più nobili principi sportivi. Personalmente mi ritengo soddisfatto per il lavoro svolto con la Famiglia e contento della nostra presenza. Non potendo essere presente di persona e visti i rapporti che si stanno costruendo con gli amici della sezione regionale veneta, mi è sembrato ovvio coinvolgere l’amico Antonio. La famiglia è stata davvero soddisfatta della nostra presenza ed intende proseguire con altri ragionamenti assieme alla nostra Federazione. Chiaramente le idee non mancano e vedremo cosa riusciremo a costruire assieme. Le premesse sono buone, l’entusiasmo non manca e la motivazione è forte soprattutto quando un bimbo di soli 10 anni perde la vita su una pista da sci.

Come dice Arthur C. Clark: “L’unico modo per scoprire i confini del possibile è avventurarsi un poco oltre, nell’impossibile.”