La stagione estiva è incominciata e ci vedrà impiegati anche quest’anno quali Soccorritori in pista per le manifestazioni di Mountain Bike Down Hill.
L’appuntamento con gli altri componenti del team di soccorso è in Cassa Centrale verso le 08:20; controllo radio, controllo materiali e siamo pronti per l’Open Contest Down Hill 2012.

Salendo è possibile osservare il tracciato che si snoda sotto alla linea della seggiovia, leggermente modificato rispetto all’anno scorso e con l’aggiunta di qualche “salto”, di qualche protezione e della segnaletica.

Oggi la squadra è formata da una sola persona ed ugualmente una volta organizzati i dispositivi di soccorso per la giornata che attende c’è il tempo per guardare le evoluzioni dei “ragazzacci” che sfidano le leggi della gravità compiendo, con biciclette allestite per lo scopo, salti ed evoluzioni da brivido che fanno strabuzzare gli occhi dallo stupore per il coraggio e l’abilità nel controllare i mezzi.

La giornata parte tranquilla e si spera che continui con questo tenore. Arrivano le ore 10:15: prima chiamata di soccorso. Poi ancora una e una ancora. E ancora, ancora e ancora e ancora.

Finalmente le cinque; è stata una giornata lunga ed impegnativa nel corso della quale è emersa l’importanza di lavorare in squadra. La procedure più volte testate e riviste prevedono a buona ragione almeno due persone per ciascun intervento per darsi supporto, per l’efficacia e per reciproco controllo. Questo primo giorno ha visto un pattugliatore operare da solo con il supporto del personale della stazione, pronto e disponibile, ma non formato nelle pratiche del soccorso. Tutto è andato bene, ma l’operare in assoluta sicurezza a nostro avviso richiede altre risorse.

L’addestramento è l’altro aspetto importante del soccorso che aiuta a prendere confidenza con l’esecuzione delle manovre; ripetere le solite cose è un’occasione per correggere i piccoli errori o accorgersi di dettagli prima sfuggiti, la pratica consente di superare giornate dure riducendo i rischi e la tensione lasciando la mente libera di godersi la giornata. Alla prossima gara!