Come molti oramai sanno, la giornata del Pattugliatore è lunga ed alterna intervalli di attesa a momenti di intensa attività fisica.

L’attività fisica connessa ad un intervento di soccorso è assimilabile ad una prestazione sportiva, i muscoli dei Pattugliatori producono lavoro e consumano energia con gli stessi meccanismi degli atleti impegnati nelle manifestazioni sportive.
Cambiano le caratteristiche dello sforzo ed il tipo di carburante dovrà essere scelto e dosato di conseguenza per non rimanere ne privi di energia ne tanto meno ingolfati. Esempi calati nel contesto dell’attività di FISPS hanno accompagnato la presentazione tenuta dal Dr. Da Ponte che ha presentato le linee guida dell’alimentazione nella prospettiva della pratica sportiva.

I partecipanti sono intervenuti più volte per interrompere la spiegazione sottoponendo al relatore le domande necessarie ad approfondire i concetti prima affrontarne di nuovi.

Il confronto ha accompangato tutta la lezione che è stata piacevole ed interessante. In questa pagina sono raccolte le foto della serata.