L’amicizia è un valore importante, senza il quale per me si gusta la vita soltanto a metà. Navigando in internet ho trovato due belle frasi: “L’amicizia insegna a vivere la vita con serenità e gioia, l’amicizia aiuta a scalare la montagna della paura, della tristezza, delle difficoltà, della solitudine… Senza l’amicizia una persona si perde nei meandri della vita”.

Mentre una seconda dice che: “L’amicizia… mette in movimento tanti sentimenti ed emozioni. L’amico non è solo il confidente e la medicina, anzi spesso è lui che te la fa prendere sul serio la medicina. L’amico è una presenza così intima che puoi anche non accorgerti di lui, non deve condizionarti.. l’amico è colui che non ti fa mai vergognare, ma cos’è l’amicizia forse non ne ho idea, non so definirla”.

Sono tante le persone comuni e scrittori (p.e. Antoine de Saint-Exupery, Mary Ann Evans) che hanno dato una definizione e certamente possiamo dire che ognuno descrive il proprio concetto in base al loro punto di vista ed alle loro esperienze di vita vissuta.

In generale ognuno ne descrive un lato e porta arricchimento a questo valore che ogni tanto abbandoniamo in un cassetto, senza lasciarlo esprimere completamente o minimizzando i suoi benefici. Credo che l’amicizia può permettere a tutti noi di vivere meglio e portare arricchimento nel nostro cuore e nel nostro sapere: ognuno ha qualcosa da dirci ed insegnarci.

Facendo un breve resoconto della stagione finora trascorsa, ricordo molti bei momenti passati insieme agli amici soccorritori, colleghi di avventure e soccorsi; giornate di gioia e serenità che ti permettono di affrontare la settimana lavorativa successiva con un altro spirito e certamente con nuove energie.

L’allegria di Erminio, la disponibilità di Corvo, il sorriso di Anna e Vane, la simpatia di Ben Ben, la compagnia di Bilu e la mia pazzia!

Potrei aggiungere altre connotazioni per ognuno dei nostri magnifici soccorritori Roby, l’uomo burgy che ha innumerevoli adepti (anche Fabrizio ne è rimasto coinvolto), Batok (er mutanda de Fisps), Marco (detto gnomo per la sua stazza minuta) ecc.

Grazie ragazzi e grazie FISPS!