Anche se siamo nel pieno del periodo vacanziero e vi godete un pò di meritato riposo, volevo fare qualche analisi sulla Federazione Nazionale Sicurezza Piste Sci. Nello specifico vorrei ricordare quanto sia importante far parte di una grande ed importante Federazione conosciuta a livello nazionale ed internazionale. Ricordo sempre con piacere il fatto che FISPS è nata anche per merito della nostra Associazione regionale, poi entrata a far parte di diritto e dove tuttora è riconosciuta per gli importanti traguardi raggiunti.

 Il Presidente in carica Cesare sta facendo un ottimo lavoro e chiaramente i risultati sono la logica conseguenza di un lavoro incessante e l’instaurazione di ottime relazioni tra le persone. Un lavoro di squadra che si fonda sul concetto che nella concordia le cose piccole crescono, una filosofia ispirata alla pluralità ed al lavoro di squadra, cercando di coinvolgere tutti coloro che vogliono far parte di questa Federazione contribuendo attivamente.

Soffermandomi nell’ambito nazionale era settembre 2010 quando un’importante associazione ha chiesto di entrare a far parte di FISPS, mentre all’assemblea di giugno di quest’anno, a distanza di qualche mese, altri due gruppi hanno fatto la stessa richiesta. Uno di quest’ultimi tra l’altro è già stato nel passato associato FISPS, ma per varie vicissitudini del passato era stato poi escluso. Ora dopo un cambiamento generazionale il gruppo si ripropone con un nuovo direttivo ed un nuovo volto.

Ovviamente i gruppi potranno aderire e saranno quindi ben accetti, soltanto dopo aver superato positivamente tutti i controlli imposti dai protocolli interni che permetteranno quindi all’Associazione di vedere rispettati gli elevati standard richiesti alle proprie figure. Sarà quindi compito degli Istruttori e della Scuola Nazionale “testare” la preparazione dei loro soccorritori valutando tecnicamente le modalità di soccorso, se compatibili con i parametri di preparazione tecnica richiesta ai Pattugliatori e Soccorritori FISPS.

Tutto ciò per dire che mettendo il naso fuori dai propri confini regionali, dove molte volte si vivono problematiche legate esclusivamente all’associazionismo locale, si focalizzano meglio gli aspetti principali a cui dobbiamo ispirarci per proseguire in una costante crescita.

FISPS sta vivendo un periodo di forte crescita sia a livello di associati che di riconoscimenti che ben presto faranno vedere i risultati e saranno il frutto di anni di lavoro e di buona semina. Non è un’affermazione banale, soprattutto se si pensa alla congiuntura economica oltre al complicato contesto europeo ed internazionale di questi ultimi anni.

In questi anni di profonda difficoltà anche il mondo imprenditoriale fa difficoltà a mantenere i propri equilibri economici e finanziari e molte piccole e medie imprese, per sopravvivere, si vedono costrette ad iniziare un processo di ristrutturazione e ricercare un nuovo assetto organizzativo. Diverse, invece sono le difficoltà per le grosse realtà industriali dove potendo sfruttare le capacità interne in termini di know how ed investimenti, in presenza di una maggiore solidità finanziaria riescono a gestire meglio questi periodi di difficoltà generalizzata dei mercati.

Questi considerazioni rimangono valide anche per le organizzazioni che operano nel settore non profit, quale FISPS appartiene, affermando che nonostante gli attuali momenti di difficoltà l’Associazione continua a garantire, con la consueta serenità e professionalità, gli impegni assunti con le Stazioni sciistiche ed addirittura grazie alla propria struttura è in grado di offrire nuovi servizi. La fiducia che FISPS si è guadagnata negli anni deriva da rapporti che si sono costruiti nel tempo e che hanno quindi radici profonde.

Tutti questi aspetti assumono un grande valore nel momento in cui ci si trova ad affrontare dei periodi di disorientamento come quelli che stiamo vivendo e dove molte altre Associazioni comprendono l’importanza di appartenere a delle grosse realtà.

Si tratta certamente di considerazioni importanti che tutti dobbiamo tenere bene presenti, senza mai dimenticarle.

Buone vacanze!