Mi sento di scrivere a nome di tutto il Consiglio Direttivo per ringraziare tutte le persone che anche quest’anno si sono dedicate alle varie attività del gruppo. Ringraziamo tutti i soccorritori, pattugliatori che hanno osservato scrupolosamente il calendario dei turni. Abbiamo visto che la bella idea di Luca, proposta ad inizio anno, di rivedere i turni con cadenza mensile è stata premiante.

Snocciolando qualche numero sulla stagione ho contato approssimativamente 41 giornate di attività e 91 incidenti rilevati. Sono aumentati molto gli incidenti che hanno richiesto l’intervento dell’elisoccorso.

Grazie a tutti i Responsabili di Giornata che si sono “accollati” importanti responsabilità e le sorti del gruppo operativo ogni sabato e domenica.

Una particolare riconoscenza mi sento di farla personalmente a Otto e Corvo, per le giornate dedicate al servizio. Hanno dimostrato un’ammirevole devozione al gruppo Fisps-Fvg.

Grazie a tutti gli amici affiancatori che anche quest’anno, con passione, hanno dedicato del loro tempo al gruppo, diventando parte attiva anche durante le fasi delicate degli interventi. Ricordo con piacere Valentina, Manuel, Giuliano.  Siete stati davvero utili! Ringraziamo tutte le persone che si sono avvicinate quest’anno al gruppo e che hanno seguito il nuovo corso affiancatori. Contiamo di avervi tutti presto nel gruppo di Piancavallo!!

Facendo una scorsa sulle varie vicende passate quest’anno possiamo soltanto dire: “Che stagione bestiale”! Tuttavia con profonda convinzione continuo a ripetere che ci sono delle solide fondamenta nel gruppo per proseguire nella nostra attività volontaristica. Negli occhi delle persone ritrovo sempre la stessa passione, concentrazione e motivazione per indossare casco e sci  e scendere la pista pronti ad intervenire alla chiamata di soccorso. Sono questi gli elementi che permettono ad ognuno di noi di accettare le varie dinamiche che si instaurano nel gruppo. E’ un periodo di transizione, una fase che qualsiasi realtà vive lungo il proprio percorso. Se da parte di ognuno di noi non si accettassero queste normali regole di vita, vorrebbe significare “farsi della violenza gratuita”, essere masochisti! Le sfide servono per fortificare il nostro spirito ed il nostro gruppo.

Credo invece che la coesione attorno alla nostra fantastica attività, che permette di frequentarci solo a singhiozzo nell’arco di un anno, faccia emergere dei valori importanti che ci accomunano. Sicuramente un momento di pausa e riflessione, che ora la primavera e l’estate ci concedono, serviranno a tutti per riflettere.

Io con lo stesso entusiasmo del primo giorno in cui ho incontrato Spock, qualche anno fa, aspetterò ognuno di voi alle ore 8:00 in cassa centrale per il primo giorno di servizio della prossima stagione.