Il giorno 20 dicembre a pag. XVI dedicata all’area Cortina-Cadore è uscito il seguente trafiletto così intitolato: “In Italia – Ski Patrol, in 1200 operano per la sicurezza degli sciatori”.

“La Federazione italiana sicurezza piste sci oramai è diventata una realtà consolidata. Fondata nel 1984, opera in buona parte delle stazioni sciistiche del Nord e del Centro Italia,

“La Federazione italiana sicurezza piste sci oramai è diventata una realtà consolidata. Fondata nel 1984, opera in buona parte delle stazioni sciistiche del Nord e del Centro Italia, con i suoi 1200 operatori, per la prevenzione degli infortuni, la sicurezza ed il soccorso sulle piste da sci». Lo illustra Federico Stelé che spiega che nel Veneto, da due anni si è associato a questa federazione anche il gruppo Giubbe Rosse del Nevegal, presieduto da Antonio Menegon: opera sul colle bellunese e a forcella Aurine.
«Gli scopi principali della nostra associazione – elenca Stelé – sono la prevenzione degli incidenti, la promozione della cultura della sicurezza sulle piste da sci; il soccorso ai traumatizzati mediante l’impiego di addetti formati e dotati delle idonee attrezzature ed equipaggiamenti; il miglioramento degli standard professionali dei propri associati, tramite l’organizzazione di corsi per la formazione di soccorritori, pattugliatori e coordinatori di stazione, grazie a una formazione costante, mantenuta con corsi di aggiornamento ed esercitazioni, assieme a personale sanitario. È inoltre parte della Federation internationale des patrouilles de ski”.

Ringrazio il giornalista Dibona per la collaborazione.