L’attività di Sicurezza

Il Pattugliatore svolge un’attività complessa e di non facile esecuzione; l’aspetto più difficile risiede nell’infinita diversità di situazioni che si possono incontrare.

Bisogna ricordare che il Pattugliatore è soltanto un anello di una catena ben più articolata chiamata “soccorso” e quindi tutte le nostre azioni vanno coordinate con i nostri interlocutori, per primo il S.S.N. 118 referente unico del soccorso in Italia.

Il Pattugliatore non è solo in grado di prestare soccorso in caso di infortuni sulle piste da sci come il Soccorritore, ma svolge anche le attività che si concentrano sulla sicurezza dell’area sciabile e si riassumono nei seguenti compiti:

Demarcazione: uno dei compiti del Pattugliatore è la predisposizione ed il controllo del buono stato dei dispositivi che indicano in modo ben visibile agli sciatori il limite delle piste da sci: l’area gestita e quindi sicura. La demarcazione è utile anche e soprattutto in caso di scarsa visibilità sia agli sciatori che agli operatori dei mezzi battipista. Dove non siano presenti elementi naturali come ad esempio aree boscate, fianchi di montagna od anche strutture come le reti di protezione vengono disposte sul bordo pista delle paline colorate che lo rendono visibile.

Segnaletica in pista: la conoscenza è il primo strumento per ottenere la sicurezza. Il Pattugliatore dispone sulle piste da sci la segnaletica necessaria a comunicare allo sciatore potenziali pericoli (come strettoie o confluenze tra più piste), obblighi e divieti o informazioni sulle strutture presenti sulle piste da sci (ad esempio impianti di risalita o rifugi).

Informazione: il Pattugliatore è anche un punto di riferimento per gli sciatori, è in grado di fornire loro le indicazioni per orientarsi all’interno dell’area sciabile e di scegliere il percorso più adatto alle proprie capacità tecniche;

Protezioni: il Pattugliatore dispone lungo le piste i dispositivi di protezione più opportuni in funzione degli ostacoli naturali (rocce o ad alberi) od artificiali esistenti (piloni degli impianti di risalita, generatori di neve o altre strutture fisse). La scelta delle protezioni è molto ampia ed articolata, ci sono reti di diverso tipo e materassi con forma e struttura che cambiano in funzione del loro impiego (materassi a libro, a struttura multistrato…);

Gestione della sicurezza in pista: il Pattugliatore interviene direttamente nell’ambito delle procedure di soccorso più complesse.

Il pattugliatore è prima di tutto un’osservatore e gli impianti di risalita sono un ottimo punto di ispezione della stazione ad esempio si può verificare lo stato delle piste ed il corretto posizionamento dei dispositivi di sicurezza quali segnali, reti, materassi o altro.