FISPS

F.I.S.P.S. – Federazione Italiana Sicurezza Piste Sci è un Associazione in cui si riconoscono quasi mille Pattugliatori, operatori che si occupano di soccorso sulle piste da sci e collaborano con la Stazione sciistica di loro riferimento al mantenimento degli standard di sicurezza dell’area sciabile.

FISPS è organizzata in Sezioni Locali, organi che coordinano perifericamente l’attività degli iscritti e tengono i rapporti sia con i Gestori degli impianti di risalita sia con gli Enti locali (Comuni, Provincie, Aziende Sanitari) per permettere ai Pattugliatori di operare al meglio ed in sicurezza sulle piste da sci. In sostanza costituiscono il braccio della Federazione, operando direttamente sul campo con i propri volontari.

Nella maggior parte dei casi a ciascuna Regione italiana corrisponde una Sezione locale, mentre dove manca il Consiglio Direttivo nazionale sta incoraggiando gli Associati a riunirsi in un unico Ente che consentirebbe loro di ottimizzare le risorse ed il tempo richiesto alla gestione amministrativa.

Nella tabella 1 sono riportati le Sezioni locali di FISPS alla data del convegno svoltosi a fine Aprile 2010.

Tabella 1: Sezioni Locali
F.I.S.P.S. Sez. Valle D’Aosta Valle D’Aosta
F.I.S.P.S. Sez. Piemonte Piemonte
F.I.S.P.S. Sez. AKJA Lombardia
F.I.S.P.S. Sez. Friuli V. G. Friuli Venezia Giulia
F.I.S.P.S. Sez. Amiata Toscana
Squadra Soccorso Stella Polare Emilia Romagna
F.I.S.P.S. Sez. Piceno Sicurezza Piste Sci Marche
F.I.S.P.S. Sez. A.S.S.P. Montecopiolo Marche
F.I.S.P.S. Sez. Sicurezza Piste e Soccorso Monte Piselli Abruzzo
F.I.S.P.S. A.S.S. Piste Roma Lazio

La storia

La Federazione Sicurezza Piste Sci nasce nel 1984. L’idea dei fondatori –i rappresentanti di alcune organizzazioni locali di allora– era quella di costituire un organismo federale nazionale che avrebbe promosso gli interessi e le istanze delle organizzazioni locali operanti nel campo della sicurezza e del soccorso sulle piste da sci presso le istituzioni nazionali e locali, ai fini di un riconoscimento delle attività di volontariato in questo settore.
In tal modo anche l’Italia avrebbe avuto quella organizzazione nazionale già presente da anni in altri paesi come la Francia, la Germania, la Svizzera e l’Austria e alle cui esperienze la nuova Federazione avrebbe guardato come esempio.

Oltre a fungere da punto di riferimento per le singole organizzazioni affiliate, l’idea dei fondatori era quella di vedere nella Federazione il centro della formazione e della organizzazione operativa del personale delle singole associazioni affiliate. Fu così che venne istituita una Commissione Tecnica Federale (“Scuola”) con lo scopo di uniformare le modalità ed i criteri di intervento per tutti i volontari operanti nel campo della sicurezza e del soccorso sulle piste da sci.

Forte anche delle esperienze internazionali ottenute grazie alla sua affiliazione alla FIPS – Fédération Internationale des Patrouilles de Ski, ente internazionale avente sede in Canada che raggruppa le federazioni nazionali del mondo che vi aderiscono, è creata la figura del Pattugliatore che racchiude in se tutte le conoscenze necessarie per un corretto e puntuale intervento sul campo.

Con il passare degli anni la FISPS è riuscita a formare un cospicuo numero di pattugliatori oggi tutti operativi nelle rispettive organizzazioni di appartenenza, ne ha saputo organizzare l’immagine con l’istituzione di una divisa federale unica a livello nazionale, e tutelarne la posizione giuridica attraverso la stipula di polizze assicurative concordate per tutti i pattugliatori con una compagnie di prim’ordine.