Lo scorso 5 settembre si è svolta a Piancavallo una sessione di aggiornamento organizzata dalla Scuola FISPS del Friuli Venezia Giulia per gli Associati della sezione Regionale.

L’evento è nato da un’iniziativa rivolta agli esercenti della Stazione turistica nel corso della quale i tecnici del progetto PAD C.A.T.E.N.A. avrebbero rinnovato la loro abilitazione all’uso dei Defibrillatori.

Il Medico Referente del progetto, dr. Luigi Blarasin, aveva proposto alla Scuola FISPS del Friuli Venezia Giulia di intervenire ed invitare gli Associati FISPS all’evento quale occasione per l’aggiornamento sia dell’abilitazione sia per approfondire alcuni temi più strettamente legati al soccorso in pista.

L’appuntamento, nei giorni immediatamente precedenti, è stato rinviato per indisponibilità del gruppo degli Esercenti, ma nonostante il breve preavviso la Scuola ha organizzato in autonomia l’appuntamento per quanti, tra gli Associati di FISPS-fvg, avevavo già riservato la giornata.

La mattina è stata dedicata al ripasso delle procedure I.R.C.-Italian Resuscitation Council; Fabio, neo Istruttore regionale FISPS, ha ricordato agli intervenuti le procedure codificate sottolineando le differenze con il protocollo precedente.

A turno, le squadre hanno provato e messo in pratica le manovre descritte sotto l’occhio attento di Fabio che ha richiamato l’attenzione sui particolari che possono fare la differenza.

Nel pomeriggio Luca “Otto”, altro neo istruttore della Scuola Regionale Friuli Venezia Giulia, ha ricordato le tecniche più efficaci per l’utilizzo in sicurezza di alcuni dispositivi come il collare cervicale che, anche se per fortuna raramente impiegati, vanno utilizzati con la massima attenzione e precisione vista la delicatezza degli interventi che richiedono il loro impiego.

Un ripasso veloce su altri temi da parte degli altri istruttori presenti ed è arrivata l’ora per il Direttore della Scuola di tirare le somme della giornata, ricordare le cose fatte e ringraziare tutti i presenti per l’impegno messo nel corso della giornata.

Un ringraziamento particolare va a Michele ed allo staff dell’Hotel Regina che ci ha ospitati ed ha messo a nostra disposizione una sala della loro struttura.